Picnic

Un consiglio per il fine settimana: armatevi di buona lena, procuratevi la giusta attrezzatura e organizzate un bel picnic!

Ricordo alcuni picnic in riva al torrente in un bosco del Parco Nazionale d'Abruzzo (mio padre amava molto quei luoghi…), sono ricordi bellissimi, che conservo intatti. Allora mi dico è bene organizzare dei picnic con parenti e amici perchè anche sono giornate talmente particolari e spensierate che restano nella memoria per sempre.

Ecco qualche suggerimento per aiutarvi nell’organizzazione.

Happy Cooking!

PER L’ATTREZZATURA

Che belli quei cestoni “old fashion”, ho sempre desiderato averne uno ma mio marito sostiene che bisogna avere tanto spazio in casa per cui…niente! Ma prima o poi troverò lo spazio ed entrerà in casa.

In alternativa dico che si possono riciclare i cestoni di vimini e foderarli con stoffa fiorata o scozzese, e decorarli con fiori o fiocchi colorati!

Di solito per le vivande utilizzo le comode borse termiche, formato maxi, alcune per preparazioni calde, altre per preparazioni fredde e le bevande.

Nel kit da pic nic non possono mancare stuoie, asciugamani e comodi cuscini e dei teli bianchi da legare agli alberi per fare ombra.

Per le stoviglie e posate è preferibile utilizzare quelle in plastica, colorate, coordinate (anche tra gli usa e getta c’è grande scelta). Invece difficilmente rinuncio ai piatti da portata in ceramica, allegri, colorati, che fanno festa, come quelliCaleca e poi se c’è ancora un po’ di spazio in macchina… d'obbligo portare delle campane con rete per riparare il cibo dagli insetti.

La tovaglia in questo caso mi piace monocolore ma di tinta vivace, anche se un classico scozzese fa molto picnic. E se non avete niente che vi entusiasmi optate per una bianca e poi decoratela con nastri colorati, conchiglie o pietre su cui scrivere i nomi oppure i piatti del menu! E se conservate ancora degli strofinacci della nonna, tirateli fuori, possono essere sempre utili, come tovaglioli taglia extra large o per avvolgervi le bottiglie dell’acqua!

Pensiamo al menu: direi, massima libertà,piatti caldi o freddi,dai classici timballi o lasagne; parmigiana di melanzana o di zucchina, ma anche torte salate, focacce farcite, panini e tramezzini, frittate di pasta, o con verdure; polpette, vitello tonnato o meglio ancora coniglio tonnato. Piatti mediterranei come il cous cous con verdure o con pesce, e poi fresche insalate di farro, di orzo o grano,  accompagnate da formaggi assortiti.

Non mancheranno le verdure di stagione, in insalata, in tegame (sempre idonea una caponata), grigliate o ripiene.

Per finire, spiedini di frutta (per stuzzicare anche nel pomeriggio); un cocomero svuotato e riempito con un insalata di frutta, tanta uva (ben fredda);  dolci semplici, gustosi, da prepararne in mono-porzioni, in modo da tenere sempre in fresco (le tortine al cioccolato ad esempio le tengo in frezzer e le porto ancora congelate).

DA BERE

Succhi di frutta per i più piccoli, bevande dissetanti, acqua, vino bianco o rosé, e dei cocktail già pronti.

E il mio suggerimento è quello di mettere in freezer a sera prima delle bottigliette di acqua (in plastica), l’indomani serviranno da ghiaccio per la borsa termica e, a fine giornata, si avrà l’acqua fresca che tutti inevitabilmente cercheranno.

Se sarete in un luogo lontano dai bar, è bene pensare anche a dei thermos con tè e caffè, sia freddi che caldi.

Da non dimenticare a casa: racchettoni da spiaggia, palloni, giochi di società, ma anche libri e riviste per letture amene… ed anche dello spray per insetti!

Tutto perché la giornata trascorra all’insegna dell’allegria e del relax.

Vi ho convinto? Dunque, al lavoro!

E per facilitarvi nella scelta del menu ho selezionato dei piatti idonei per il vostro picnic.

FOCACCIA CON OLIVE E POMODORINI

TORTA RUSTICA CON RICOTTA

RISO NERONE

TIMBALLINI DI ANELLETTI

CONIGLIO TONNATO

SGOMBRO AL PESTO CON AGRUMI

ZUCCHINE AL SALTO SAPORITISSIME

TORTINE AL CIOCCOLATO