Pasta con broccoli, mollica e noci

Questo è il mese dei broccoli. Non so se capita anche a voi, si comincia a comprare un ingrediente e lo si compra di frequente, si va avanti a con lo stesso per lungo tempo. Da quando mi sono imposta di utilizzare maggiormente broccoli, cavolfiori and family, ho sperimentato più modi per portarlo a tavola con veste sempre differente. Non può essere relegato solo a ruolo di contorno, può essere un ottimo snack-pre cena se fritto (dopo averlo sbollentato) avvolto da pastella lievitata... e se si vuole star leggeri può essere servito con del pinzimonio, soprattutto quando sono molto freschi. Affettati sottilmente sono piacevole nota croccante nell’insalata che a me piace sempre variare nei sapori e nei colori. Li utilizzo per i gratin, o se voglio esagerare.... con della fonduta di formaggio, mentre se i figli non ne vogliono sapere potete provare a cuocere dei cavolfiori e frullarli, mescolarli alla salsa bechamel che si utilizza per condire la pasta al forno così la quantità di salsa potete diminuirla a favore di qualcosa di molto sano. Provate, funziona.

Ne ho anche fatto degli sformatini, li rifarò e fotograferò, promesso.

Oggi invece vi propongo un buon piatto di pasta, ho scelto il formato ‘cencioni’, di fattura artigianale, hanno un sapore unico, tengono molto bene la cottura (ahimè, non facili da trovare, li acquisto direttamente dal sito Rustichella d’Abruzzo, dove mi sbizzarrisco sempre molto nello scegliere formati diversi, la loro pasta è decisamente di gran qualità)g.

Il condimento è con il broccolo romanesco, scottato per 3 minuti nell’acqua in cui dopo cuocio la pasta, frullato (alcune cime le ho lasciate da parte per decorazione). Può essere condito con olio a crudo, come ho fatto io, ma se volete potete ripassare passare la purea e le cime in un soffritto di olio, aglio, e qualche filetto d'acciua.

Io ho preferito arricchire il piatto con della mollica tostata in olio con aglio e peperoncino (e il mio immancabile peperone dolce secco), e poi, qualche gheriglio di noce e poi, se volete, dopo aver condito la pasta... una bella grattata di pecorino poco stagionato grattugiato.

Happy cooking!

Ingredienti

Per 4 persone

250 g di pasta (cencioni)

1 broccolo romanesco

Peperone dolce secco

2 spicchi d’aglio

Peperoncino

4 cucchiai di mollica di pane grattugiata o Pangrattato

50 g di gherigli di noci

Olio extra vergine d’oliva

Sale

Pecorino poco stagionato, grattugiato

Procedimento

Portare ad ebollizione abbondante acqua in una pentola sufficientemente capiente.  Salare e cuocervi per 3 minuti i broccoli, mondati e divisi in fiori. Scolarli, tenere da parte una tazza di acqua di cottura, frullarne i 2/3 con 2-3 cucchiai di olio e acqua di cottura tenuta da parte per ottenere la consistenza desiderata.

Cuocere al dente la pasta. In una padella piccola scaldare 3 cucchiai di olio con l’aglio, qualche pezzetto di peperone rosso dolce e del peperoncino.

Unire la mollica di pane (o pangrattato), e cuocere per 2-3 minuti, quindi le noci.

Scolare la pasta e condirla con la purea di broccolo, unendo se necessario dell’acqua di cottura. Completare il piatto con il pangrattato, i broccoli lasciati da parte, e, a piacere, del pecorino appena grattugiato.