Crostata di rabarbaro e fragole

Gli anni vissuti in America hanno arricchito la mia cucina di molti dolci,  a cominciare dai più semplici, come gli shortcakes o i muffins, per poi passare all’Angel food Cake (dolce molto leggero a base di soli albumi) e poi i tanti pies, uno più buono dell’altro. Se siete anche voi amanti dei dolci non troppo dolci, soprattutto quelli con la frutta, i pies fanno per voi, e se imparate a prepararli vi divertirete molto a cambiare ripieno e a farne di ogni tipo.

L’apple pie è stato il primo ad entrare nella mia cucina, sono seguiti quelli con le pesche e con le albicocche, poi quello con la zucca (immancabile per la festa del ringraziamento) e poiché in un viaggio in Ohio avevo assaggiato la confettura di rabarbaro e fragole, mi era sempre rimasta la voglia di provare questa combinazione per una crostata di stampo anglosassone.

Non è facile reperire il rabarbaro, ma se chiedete a negozi specializzati sicuramente lo riuscirete a trovare, altrimenti opterete per sole fragole.

Per la pasta base, lavorazione brevissima, poca manipolazione, freddo, solo quello, tanto freddo per ottenere una pasta ben friabile.

Happy cooking!

Ingredienti

350 g di farina 00

200 g di burro molto freddo, tagliato a pezzetti

1 cucchiaio di zucchero

Sale

90 ml circa di acqua ghiacciata

500 g di rabarbaro, tagliato in pezzi di 2 cm

500 g di fragole, mondate e tagliate in 4 parti

4 cucchiai di zucchero di canna

2 cucchiai di succo di limone

1 cucchiaio di amido di mais

1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato

40 g di burro

2 cucchiai di zucchero semolato

poco latte

Procedimento

Preparare la pasta: mettere nel mixer la farina con lo zucchero, un pizzico di sale ed il burro. Azionare la macchina, quando si formeranno dei grumi di farina e birro aggiungere l’acqua, aggiungendone qualche cucchiaio in più se necessario. L’impasto deve essere lavorato molto poco, non appena gli ingredienti tenderanno a stare insieme, trasferire sul piano di lavoro e riunire il tutto in una forma quadrata. Avvolgere nella pellicola e fare raffreddare in frigorifero per almeno 1 ora.

Preparare il ripieno riunendo in una ciotola la frutta preparata.

Unire lo zucchero, il succo di limone,  l’amido di mais, lo zenzero, ed un pizzico di sale.

Scaldare il forno a 200°C.

Imburrare una teglia tonda.

Stendere al pasta sul piano di lavoro leggermente infarinato, ricavare due cerchi, uno leggermente più grande dell’altro.

Con quello più grande foderare lo stampo. Bucherellarlo con i rebbi di una forchetta.

Disporvi il ripieno e completare con fiocchi di burro.

Chiudere con l’altra pasta. Chiudere bene i bordi e pressare per combaciarli bene, arricciando il bordo o decorare con i rebbi di una forchetta.

Fare un incisione a croce al centro della copertura.

Con la pasta rimanente preparare dei decori, con un taglia biscotto a forma di foglia oppure creando la sagoma con il coltello. Incidere con la punta del coltello per ricreare le venature delle foglie.

Mettere del latte in una ciotolina e bagnare con un pennello la parte posteriore delle foglie. Farle aderire sulla superficie.

Spennellare tutta la superficie e spargere dello zucchero semolato.

Infornare e cuocere per 10 minuti, poi abbassare il forno a 180°C.

Proseguire la cottura per altri 45-60 minuti circa. Il pie dovrà risultare ben dorato.

Fare raffreddare prima di sformare e servire con panna montata ed una spolverata di zucchero a velo e cannella.