I celletti di Sant'Antonio

Domani è la festa di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali, e questi celletti (cillitt uccelleti, detti anche celli pieni) sono i dolcetti tradizionali di questa festa molto sentita in Abruzzo.  I giorni prima della festa è facile incontrare cori che sotto le case intonano canti (li “Sandandunje”) che rievocano la vita leggendaria del santo e le sue battaglie contro il demonio.

Un gruppo di persone, alcuni vestiti da frati, due da angeli, uno da diavolo ed un altro da S'Antonio Abate, insieme ai musicanti, vanno in giro per il paese di casa in casa. Entrati nella sala o nella cucina della casa ospite iniziano la rappresentazione della leggenda, di come S'Antonio nel deserto sfugge al diavolo.

Alla fine dei canti chiedono una questua (" Santantonio accette tutto pure l'osso di lu presutte") e la padrona di casa un tempo offriva da bere e dava delle salsicce, delle uova, o del grano….per riempire il sacco del frate. E non potevano mancare questi dolcetti, farciti con la tipica marmellata d’uva abruzzese, la scrucchiata (capisco non è facile da reperire, in tal caso sostituitela con quella di amarene).

La forma dell’uccellino cinguettante è di buon auspicio per il futuro raccolto ed è presente non solo in cucina ma anche raffigurazioni delle tipiche conche di rame o nei fischietti di ceramica.

Ingredienti

Per l’impasto

500 g di farina

150 ml di olio extra vergine d'oliva

150  ml di vino bianco

3 cucchiai di zucchero

Sale

per il ripieno:

350 g di marmellata d’uva (se non reperibile può essere sostituita con quella di amarene)

150 g di mandorle tostate e tritate

50 g di cioccolato amaro grattugiato

1 cucchiaino di cannella

2 cucchiai di rum

la scorza grattugiata di 1 arancia

Procedimento

Disporre la farina a fontana sul piano di lavoro. Al centro versare l’olio, il vino, aggiungere lo zucchero ed un pizzico di sale. Amalgamare gli ingredienti incorporando la farina e formare un impasto morbido.

Lasciare riposare sotto una ciotola scaldata con dell'acqua bollente e asciugata.

Per il ripieno: scaldare in un pentolino la marmellata, unire le mandorle, il cioccolato, la cannella, il rum, la scorza d’arancia. Fare amalgamare su fuoco basso gli ingredienti poi lasciare raffreddare.

Scaldare il forno a 170°C.

Stendere l’impasto ricavando una sfoglia molto sottile. Tagliare la sfoglia in quadrati di 15 cm per lato. Al centro di ognuno disporre in diagonale un cucchiaio di ripieno. Piegare un angolo verso l’interno, avvolgendo il ripieno, arrotolare e portare verso l’alto le due estremità. Una sarà la testa l’altra la coda dell’uccelletto.

Segnare la coda con il coltello e con le fobici praticare delle incisioni al centro dell’uccellino.

Disporre i dolci su placca da forno foderata con carta da forno.

Cuocerli per circa 20 minuti.