Risotto con la zucca e dintorni

La zucca è parte integrante della mia cucina autunnale e invernale. E' ricca di vitamina C di cui abbiamo tanto bisogno in questo periodo, è dolce, e dunque incontra il favore dei più, Ogni varietà ha una propria caratteristica, ognuna ha la sua versatilità ed io mi sbizzarrisco in preparazioni non solo salate ma anche dolci! Provate ad inserire la parola zucca nel motore di ricerca del blog, troverete tante ricette sfiziose!

Il risotto con la zucca piace tanto ai miei ragazzi, ma non lo potrei mai preparare sempre allo stesso modo, quindi ho elaborato diverse varianti: 

- Cominciamo dalla zucca (buone tutte le tipologie, ma non è consigliabile la napoletana, acquosa e poco saporita): tagliata a dadini ed aggiunta dopo la tostatura del riso. Con la cottura gran parte di questi dadini si ammorbidiranno e si amalgameranno al riso. Però il più delle volte la cucino a parte (anche al microonde - 10 minuti -, tagliata a pezzi, messa in una ciotola con un filo d'acqua e coperta con pellicola specifica per microonde), e poi la frullo. La ricetta che trovate in forno ma poi il tocco finale lo scelgo differente a seconda dei commensali!

- Con la raspadura, come in foto, il tipico formaggio lodigiano (simile al grana padano) tagliato sottilmente, una parte la metto a fine cottura, cos' si scioglie, un'altra parte la tengo per guarnire il piatto (come in foto), , mi piace molto l-effetto  e poi messo qualche

- Con la salsiccia: aggiungere 1-2 salsicce spellata e tagliata a pezzi dopo aver tostato il riso. Per chi vuole osare…decorare con degli amaretti sbriciolati.

- Con le come di rapa, sbollentate, passate in padella con dell’olio extra d'oliva, aglio (e peperoncino), aggiunte come decorazione al risotto, mantecato con olio e non burro.

- Con la bottarga di muggine, grattugiata sul risotto cotto con fumetto di pesce, mantecato con olio.

- Con salsa al taleggio, che sarà sciolto a bagnomaria e addensato con poca maizena sciolta in acqua fredda, ogni commensale se ne servirà a piacimento.

- Con fettine di pancetta sottile, tagliate a metà, passate in padella antiaderente molto calda.

- Con zenzero fresco grattugiato, aggiunto sul finale, insieme ad una bella manciata di erba cipollina sminuzzata. Completare con quadratini di formaggio grana, “impacchettarli” con fili di erba cipollina passati in acqua bollente in modo che non si rompano.

Immagino che ognuno ha delle idee in più, questo è il bello della cucina, no?

Happy cooking!

Ingredienti

350 gdi riso carnaroli o arborio

300 g di zucca decorticata

1.5 L di Brodo vegetale

1 bicchiere di Vino bianco

Olio extra vergine d'oliva aromatizzato allo scalogno*

70 g di Grana Padano grattugiato

30 g di burro

Sale

Pepe bianco

*Per l’olio extra vergine d'oliva aromatizzato allo scalogno: tritare 2 scalogni a pezzi, metterli in un pentolino e coprirlo con olio extra vergine d'oliva. Fare cuocere a fiamma bassissima per circa 20 minuti.  Eliminare lo scalogno e conservare in frigorifero per diversi giorni.

Procedimento

Tagliare la zucca a pezzi. Scaldare un cucchiaio di olio aromatizzato ed aggiungervi la zucca, rigirare e versarvi un bicchiere di brodo vegetale, coprire, e fare cuocere fino a quando sarà morbida. Aggiustare di sale, tenere da parte.

Scaldare un litro di brodo vegetale e tenerlo a fuoco molto basso in modo che rimanga bollente.

In una casseruola scaldare due cucchiai di olio aromatizzato, aggiungere il riso, mescolare e quando risulterà lucido versare un bicchiere di vino bianco e fare evaporare. Aggiungere il brodo vegetale, poco alla volta, mescolando il riso e portare a cottura, aggiungendo la zucca frullata 2 minuti prima della cottura completa. Controllare la sapidità ed aggiungere del pepe bianco se gradito.

Mantecare con il burro e 4 cucchiai di grana padano grattugiato. Coprire la casseruola e lasciare riposare per 1-2  minuti prima di servire.