Faraona al mandarino

Di solito la faraona la preparo in tegame, tagliata a pezzi, rosolata per bene, cotta con tante erbe oppure con dei funghi. Ma questo è il periodo dei piatti importanti, ed è anche quello degli agrumi, per cui un arrosto ci sta sempre bene. Ho scelto di utilizzare i mandarini, profumatissimi, potrete anche utilizzare le clementine. Un piatto molto importante, adatto ai giorni di festa, un po' lungo - forse - ma ne vale la pena!

Purtroppo in foto non vedete la preparazione finale perché con l'assenza di una buona luce naturale il risultato è stato scartato da Lele (mio figlio, spesso adottato come fotografo di questo blog). Per fortuna avevo fatto questa foto prima di iniziare la preparazione, non me ne vogliate...

Happy cooking!

Ingredienti

1 Faraona (circa 1.5Kg)

8 mandarini non trattati

2 carote

1 costa di sedano

Salvia

Olio extra vergine d’oliva

Miele (d’arancio)

Cognac

Sale

Pepe

Procedimento

Passare sopra la fiamma una faraona per eliminare le ultime piumette. Lavarla e asciugarla bene. Salare all’interno con del sale e pepe,

Bucherellare 2 mandarini ed inserirli all’interno della faraona.

Sistemarla in una casseruola da forno che la contenga in misura. 

Unire le carote, il sedano tagliati a pezzi, intorno alla faraona, condire con 2 cucchiai d'olio, unire qualche foglia di salvia e cuocere in forno già caldo per 20 minuti circa, abbassare al temperatura a 180°C e proseguire la cottura per circa 1 ora, bagnando di tanto in tanto con il succo di altri 2 mandarini, dopo aver ricavato con la loro buccia dei filetti sottili, privi della parte bianca.

Preparare le scorzette di mandarini tagliati a julienne.

Portate a bollore un po’ di acqua in un pentola, versarvi le scorze, scolarle dopo 1 minuti, cambiare l’acqua e ripetere altre due volte. Affettate i restanti mandarini, senza sbucciarli. Scaldare una padella antiaderente con 3 cucchiai di olio con due cucchiai di miele. Profumare con 2-3 foglie di salvia, unirvi le fette di mandarino, cuocere entrambi i lati, sfumare con il cognac.

Unire le scorzette sbollentate.

A cottura terminata, togliere dalla casseruola la faraona, unire le fette di mandarino, servire con la salsa di cottura.