Linguine al sugo di razza (che non si vede)

E si riprende. Stamattina, lo confesso, è proprio dura. Le mie sono state vacanze brevi, passate a ‘casa’, che per me è quella del mare, in Abruzzo. Ottimi pranzi e cene da smaltire (help!), ma sono contenta d'aver trascorso del tempo con gli amici cari e d'essere stata graziata da uno splendido sole che mi ha permesso di fare lunghe passeggiate al mare…

Stamattina ho un bel po’ di cose da sistemare, tante provviste portate dall'Abruzzo da cucinare. Prima di partire, infatti, sono stata al mercato, ho fatto scorta di pesce dal mio amico Ettore, e poi verdure, uova, legumi, peperoni secchi…  

Per accontentare i ragazzi il più delle volte devo cucinare il pesce con sughetti che permetta loro di intingerci il pane, così ho preparato la razza in guazzetto (a loro piace moltissimo!). Ettore me l’aveva già spellata e divisa in tranci e con la lisca centrale mentre con la testa ho preparato il sugo per la pasta, saporitissimo. L’ho cotta con tanti aromi, del pomodoro, ed ho frullato il tutto, è un modo molto semplice che permette di utilizzare anche i cosiddetti ‘scarti’ e di rendere piacevole ai ragazzi il piatto di pasta con del pesce, che in questo caso non si vede, per cui sono tutti più rilassati e tranquilli!

La stessa preparazione può essere utile per altre tipologie di pesce (rombo, sogliola, branzino, rana pescatrice).

Happy cooking!

 

1 testa e lisca di una razza medio-grande

30 g di carota

30 g di sedano

50 g di cipolla

Vino bianco

200 ml di passata di pomodoro

Olio extra vergine d’oliva

Prezzemolo fresco

320 g di pasta, formato linguine

Peperoncino piccante (facoltativo)

Sale

Pepe

Procedimento

Lavare bene e tenere in acqua fredda la testa e lisca della razza per rimuovere tutte le impurità.

In una pentola scaldare 2 cucchiai di olio con carota, sedano, cipolla tagliati a pezzi. Unire la testa e la lisca tagliati a pezzi, mescolare, sfumare con ½ bicchiere di vino bianco, versare 250 ml di acqua ben calda insieme alla passata di pomodoro. Portare a bollore e spegnere il fuoco dopo 20 minuti.

Estrarre i pezzi di lisca, pulirli da eventuali parte di polpa di pesce, da frullare insieme a carota, sedano, cipolla. Radunare in una padella, scaldare e aggiungere 2 cucchiai di olio e, volendo, del peperoncino.

Intanto cuocere al dente la pasta, scolarla 2 minuti prima e completare al cottura insieme al sugo. Servire con abbondante prezzemolo fresco tritato.