Pollo al forno con le patate

Che bello il pranzo della domenica! A casa, in famiglia, o con gli amici, grandi e piccoli radunati intorno alla tavola…

Il menu, con qualche variante da Nord a Suda inizia con speso con l’antipasto a base di salumi, prosegue con un buon piatto di pasta fresca, condita casomai con quel ragù messo a cuocere alle prime ore del mattino, e poi, fumante, e profumato, arriva l’immancabile arrosto, tant'è che si dice spesso ‘l’arrosto della domenica’. Per finale… le ‘pastarelle’, quelle della pasticceria, o una buona torta fatta in casa.

Noi italiani teniamo ancora molto a questo rituale, secondo una ricerca condotta pochi anni fa dall’Accademia Italiana della Cucina, la maggior parte degli italiani, preferisce la domenica tradizionale al brunch degli alberghi di città.

Confesso, a me piacerebbe trascorrere più spesso la domenica con tutti i nostri parenti ma abitando lontano da loro, la cosa è alquanto difficile. A volte mi succede di invitare amici che come noi non hanno le proprie famiglie d'origine a Milano, e se siamo soli cerco sempre di preparare qualcosa di speciale per il pranzo in famiglia.

Il pollo al forno, con patate è proprio uno dei super classici, quando arriva in tavola, con tutto il suo buon profumo, è sempre gran festa, e trovo bello presentarlo nel grande piatto di portata, è una bella espressione di condivisione. E la cucina, quella fatta con il cuore,  è prima di tutto condivisione di passioni, di sapori, di emozioni….

Ps. Ho provato diversi modi per cuocere al meglio il pollo al forno, per far sì che all’esterno risulti avere la pelle croccante e all’interno rimanga umido, gli accorgimenti di cottura che trovate nella ricetta concorreranno ad ottenere il buon risultato.

Happy cooking!

Ingredienti

1 pollo intero preferibilmente ruspante, di circa 2 Kg

8 scalogni

3 carote

1 gambo di sedano

1 limone

4 rametti di timo fresco

3 rametti di rosmarino

Alcune foglie di salvia

Vino bianco

Olio extra vergine d’oliva

Sale

Pepe

 6 Patate

Procedimento

Scaldare il forno a 220°C, scaldandovi anche la teglia in cui verrà cotto.

Lavare bene il pollo, asciugarlo.

Salarlo e peparlo, all’interno e all’esterno, nella cavità mettere il limone intero e la metà degli odori, legare la parte delle cosce e delle ali, con spago da cucina, in modo che mantenga la dorma e ‘massaggiarlo’ con dell’olio.

Mettere gli scalogni sbucciati, le carote ed il sedano tagliati a pezzi in una ciotola, condirli con olio, sale e pepe e le erbe tenute da parte.

Nella teglia calda disporre il pollo e le verdure. Versarvi 1 bicchiere di vino bianco.

Cuocere per 50 minuti (se si colora troppo abbassare a 200°C, ognuno conosce il proprio forno).

Intanto sbucciare le patate, tagliarle a pezzi, sbollentarle in acqua bollente, condirle con sale, pepe, poco olio.

Abbassare la temperatura del forno a 180°C.

Unire le patate alle altre verdure.  Proseguire la cottura per altri 40 minuti.

Il tempo di cottura dipende dalla qualità del pollo, dalla temperatura di ogni singolo forno, dall’opzione ventilato o meno che si sceglie di adottare.

Togliere il pollo dal forno, metterlo su una gratella, coperto con un foglio di alluminio.

Rimuovere le patate, eliminare il grasso, premere 3/4 delle verdure su un setaccio largo per poterne far uscire tutto il loro succo, mettere in una casseruola insieme al fondo di cottura, ed eventualmente allungare con poca acqua calda o brodo vegetale. Scaldare, fare addensare e tenere in caldo.

Disporre il pollo con le patate, qualche verdura (pezzi di carota e scalogni) e nella salsiera la salsa ottenuta.