Triglie al prosciutto e alloro farcite con olive

A mio padre piacevano molto le triglie, quelle piccole le prediligeva fritte, quelle più grandi, avvolte con prosciutto, profumate con una foglia di alloro, grigliate. Ho ereditato decisamente da lui questa predilezione, e devo dire che ogni volta che le cucino un pensiero a mio padre lo rivolgo. 

Le metto in forno, e per facilitare i commensali uso solo i filetti (sfilettarli non è difficile, ma è un'operazione che potete far fare al pescivendolo). Farcisco i filetti con delle saporitissime olive taggiasche tritate, li avvolgo con una fettina di prosciutto, pochi minuti in forno ed il piatto è pronto. Se li servite con dei filetti di peperoni arrostiti avrete un piatto davvero squisito, di tradizione abruzzese, anche se ci sono le olive taggiasche, liguri, non me ne vogliano gli abruzzesi, ma a volte le contaminazioni gastronomicche devono essere ben accette se servono ad esaltare certi sapori...

Happy cooking!

Ingredienti

4 triglie di grande dimensione

40 g di olive taggiasche denocciolate e tritate

4 fette di prosciutto tagliato sottilmente

4 foglie di alloro

½ bicchiere di vino bianco

Procedimento

Scaldare il forno a 190°C.

Pulire le triglie, squamarle, sfilettarle. Sciacquarle ed asciugarle tamponandole con carta assorbente.

Spalmare su 4 filetti un po’ di olive tritate, ricomporre il pesce ed avvolgerlo con la fettina di prosciuttoa.

Disporre le triglie su foglie di alloro in una teglia da forno.

Irrorare con il vino bianco e cuocere in forno per 10-15 minuti.