Arrosto di vitello con i porcini

Peccato non aver filmato certe domeniche della mia infanzia, oggi mi sarebbe piaciuto far vedere ai miei figli un film di quel giorno di festa. La grande casa dei nonni, con le tante persone intorno alla tavola, ma prima ancora l’abito della festa (come ci tenevo!), i capelli lisciati dalla mamma (quanto detestavo quei riccii!!!), la messa, le amiche, e poi, sì, il pranzo, il profumo del ragù, l’arrosto, immancabile anche quello, e poi… il finale con le “pastarelle” della pasticceria di Pescara  che andava a comprarle zio Guglielmo - io spesso lo accompagnavo - quei mignon uno tira l’altro, il nonno che ci regalava sempre qualche soldino, il pomeriggio fatto prevalentemente di studio, con una sbirciatina ogni tanto a “domenica in” in tv, e via, la settimana riprendeva già in attesa di quel dì di festa...

Io oggi non preparo di certo il sontuoso pranzo di quei tempi, ma cerco sempre di cucinare una leccornia per festeggiare la domenica, presto molta attenzione alla tavola: dei fiori, un apparecchiatura particolare, la tovaglia, o degli oggetti che facciano sentire che la domenica è festa!

A volte cucino una buona pasta, fresca, ripiena, al forno, al ragù, un contorno, e poi il docetto.... oppure vado per classico arrosto con diversi contorni e delle patate. Così come domenica scorsa, un buon arrosto di vitello con funghi freschi, porcini, buonissimi.

Non è necessario comprare tagli pregiati, anzi, io preferisco spendere qualcosa in più per avere carne di gran qualità ma risparmiare scegliendo un pezzo diverso, niente filetto, insomma, ma, come in questo caso, il reale, che mi è stato consigliato dal mio macellaio di fiducia (Lorenzo, in via Volta 12 a Milano). Necessita maggior tempo di cottura, a fiamma bassa, proprio come facevano le nostre nonne. Tempo al tempo. E in attesa della sua cottura, mi dedico alla casa... perché domenica per me è slow...

Happy cooking!

Ingredienti

1.5 Kg di reale (collo) di vitello

(legato con un rametto di rosmarino)

1 bicchiere di vino bianco

500 ml circa di Brodo di pollo

300 g di funghi porcini freschi

2 spicchi d’aglio

Salvia

Rosmarino

Timo

Olio extra vergine d’oliva

Sale

Procedimento

In una casseruola scaldare 3 cucchiai di olio, farvi rosolare la carne in ogni sua parte.

Sfumare con il vino bianco, quando sarà completamente evaporato aggiungere un bicchiere di brodo, abbassare la fiamma, salare, coprire e fare cuocere per 30 minuti. Togliere il coperchio, se c’è ancora della parte liquida fare evaporare ed aggiungere i funghi affettati insieme agli spicchi d’aglio e agli aromi legati con uno spago da cucina. Salare.

Proseguire la cottura con coperchio, aggiungendo del brodo quando necessario, per altri 45 minuti circa. Togliere la carne, porla su una gratella e coprirla con un foglio d’alluminio. Fare riposare 10 minuti prima di tagliarla, disporla nel piatto di portata e servirla con i funghi.