Bocconcini di crescenza con mostarda

Correva l’anno 2003. Vivevo a Singapore e, come spesso succedeva al mio rientro da un viaggio in Italia, avevo organizzato una cena con gli amici per dividere con loro le prelibatezze che avevo riportato.

Quell’anno, dopo le vacanze di Natale, ero ripartita da Milano ed avevo fatto provvista di squisiti formaggi che non trovavo a Singapore. A cena portai a tavola, con grande orgoglio, un bel panetto di crescenza e lo porsi direttamente al mio amico Giorgio, di Bergamo, certa che lui avrebbe apprezzato molto.

Lui mi guardò e mi disse “e la mostarda?”. Mi spiegò che da loro, per tradizione, a Natale si mangia la crescenza con la mostarda. Da allora anche a casa mia la crescenza va con la mostarda! Devo dire che è un’ottima combinazione, provatela. E provatela anche così, mettendo la crescenza “in forma” per farne uno stuzzichino davvero molto goloso e bello da vedere!

Ps. provate le mostarde della mia 'sorella-amica' Paola Calciolari, azienda Le Tamerici... Straordinarie. 

Happy Cooking!

Ingredienti

250 g di crescenza (o stracchino)

50 g di ricotta fresca

200 ml di panna (o latte)

8 g di gelatina in fogli

Mostarda di frutta (ciliegie, pere, pesche, arance)

Procedimento

Mettere la gelatina in acqua fredda e farla ammorbidire per 10 minuti.

Versare poca panna in una casseruola, scaldarla senza arrivare al bollore, toglierla dal fuoco, unire la gelatina ben strizzata e mescolare fino a quando quest’ ultima sarà completamente sciolta; unire il resto della panna.

Riunire la crescenza e la ricotta nel mixer, versarre la panna con gelatina sciolta e frullare il tutto sino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Trasferire nelle forme di silicone della forma desiderata.

Trasferire in frigo e lasciare riposare per almeno 2 ore.

Sformare i bocconcini di crescenza e disporli su piatto da portata e decorare con pezzetti di mostarda.

Per sformarli più agevolmente è consigliabile mettere le forme in freezer per mezz’ora.