Crostata di crema con pesche ripiene

Anno 2000. Vivevo a New York, mi chiesero di tenere una lezione presso l’allora Italian Culinary Center di Manhattan. Volevo una preparazione che includesse le pesche perché era la stagione giusta. Farcite? Con gelato? Mah... mi sembrava di proporre qualcosa di troppo semplice, e l’aggiunta del gelato sarebbe stata un po’ scontata. Così pensai ad una crostata, e fu esattamente questa!

Era la prima volta che tenevo una lezione in un posto così prestigioso e potete immaginare la mia emozione… Niccolò, il piccolo di casa, aveva due anni, e probabilmente non approvava che io uscissi lasciandolo con la tata. Io in cucina preparavo gli ingredienti, lui giocava in camera mia (ma io non lo sapevo). Vado in camera per cambiarmi, e trovo la sorpresa: pensando che il mio letto fosse un mare ci mise sopra una tavoletta da nuoto, su di essa una barca, ed iniziò a riempirla d’acqua… A quel punto non sapevo se ridere o piangere…

Chiusi la porta e me ne andai. La lezione andò benissimo, il letto rimase bagnato per due giorni, Niccolò ancora oggi adora le barche, il mare… ma anche questa crostata!

Happy Cooking!

Ingredienti

Per la pasta frolla:

150 g di burro a temperatura ambiente

100 g di zucchero a velo

1 uovo

1 cucchiaino di essenza di vaniglia

50 g di farina di mandorle

230 g di farina

Un pizzico di sale

Per la crema:

320 g di latte

160 ml di panna

6 tuorli

180 g di zucchero

40 g di fecola di patate

5 pesche noci

1 tuorlo

10 amaretti

Gelatina di pesche o di albicocche

100 gi di ribes rossi

Procedimento

Sul piano di lavoro setacciare la farina con il sale, disporla a fontana. Al centro lavorare il burro con lo zucchero, aggiungere le uova ed incorporare pian piano la farina.

Formare un panetto e fare riposare ben coperto in frigorifero.

Per la crema: battere i tuorli con lo zucchero. Unire la fecola e mescolare bene.

In un pentolino scaldare il latte con la panna. Versare a filo sui tuorli, riportare sul fuoco e cuocere la crema fino all’ebollizione, mescolando continuamente.

Trasferire in una ciotola e preparare la base della crostata.

Scaldare il forno a 200°C.

Stendere la pasta frolla, foderarvi una teglia rettangolare imburrata. Bucherellare la base. Versarvi la crema.

Dividere a metà 4 pesche e disporle sulla superficie.

Frullare la pesca rimasta con gli amaretti ed il tuorlo.

Riempire le pesche con il ripieno.

Cuocere in forno per 30 minuti circa.

Fare raffreddare bene in frigo.

Sfornarla, lucidare con la gelatina leggermente scaldata e decorare con ribes rossi.