Crostata di farro multisapori

In casa nostra ognuno ha la propria confettura preferita. C'è chi preferisce quelle gialle (albicocche, pesche, arance) chi invece ha la predilezione per i frutti di bosco. Chi invece, come me, legata ai ricordi d'infanzia, preferisce quella d'va (la scrucchiata) ma ancor di più quella di amarene. E se poi ci sono anche quelle che ti regalano, finisce che in frigorifero ci siano almeno 4-5 barattoli aperti, e quando, come in questi giorni, decido di sistemare dispensa e frigorifero, mi chiedo cosa fare di tutta questa varietà di confetture...

A volte il ricordo di certi gesti delle none in cucina, aiuta ad avere idee per riciclare e recuperare gli "avanzi". Figuriamoci, loro non sprecavano nulla, neanche le briciole di pane che raccoglievano per le impanature... Mi sono ricordata di mia nonna che mescolava la confettura d’uva con cioccolato, mandorle e vari altri ingredienti per farne il ripieno dei suoi taralli dolci (una bontà indescrivibile!) e allora mi è venuto in mente di fare qualcosa di simile, ma utilizzando tutti i fondo dei barattoli. Ne esce fuori questa bella crostata.

In freezer avevo delle mandorle (si sì, io le conservo in freezer, se vanno tritate è preferibile averle ben fredde), in dispensa ho trovato un’ultima tavoletta di cioccolata, allora ho radunato tutto ed ecco il risultato. Figli ed amici hanno gradito molto….

E’ ovvio che a seconda delle confetture che utilizzate il gusto della vostra crostata cambierà di molto, ma dovrà essere proprio questa la caratteristica!

La pasta frolla è fatta con olio (potete sostituire con burro) pochi grassi e utilizzando la farina di farro, molto salutare, cui ho unito un pizzico di lievito che dona morbidezza. Provatela, è buonissima.

Happy cooking!

Ingredienti

Per 2 crostate tonde da 22 cm

Per la pasta frolla

250g di farina 0

250 g di farina di farro

3 Uova

150g di zucchero

150ml di olio extra vergine di oliva

10 g lievito in polvere

Un pizzico di sale

Scorza di limone grattugiata

Per il ripieno

Confetture e marmellate miste: arance, amarene, ciliegie, albicocche…

Circa 500 g

100 g di cioccolato fondente

150 g di mandorle (o noci) tritate

la scorza di un arancia grattugiata

1 tazzina di caffè

30 g di biscotti secchi tritati

30 ml di liquore all’arancia

Burro per gli stampi

Procedimento

Preparare la frolla setacciando le farina con il lievito ed il sale. Fare una fontana, al centro mettere le uova, lo zucchero, l’olio, un cucchiaino di scorza di limone grattugiata, impastare il tutto brevemente, coprire l’impasto con la pellicola e fare riposare in frigorifero per alemno 1 ora.

Intanto preparare il ripieno. In un tegame radunare tutti gli ingredient (tranne il liquore) e fare cuocere a fiamma bassa per 15 minuti, fini a che tutti I sapori si saranno amalgamate. A fine cottura unire il liquore.

Fare raffreddare.

Scaldare il fonro a 180°C.

Stendere l’impasto, foderarvi gli stampi da crostata imburrati, disporvi il ripieno e coprire con un altro disco di pasta.

Cuocere in forno per circa 30 minuti.