Diplomatico, la torta del mio compleanno 2015

In altre occasioni  sono stata molto puntuale nel pubblicare - quasi in diretta - la ricetta della torta di compleanno (mio o dei miei figli), per poter festeggiare anche con voi, assidui lettori di queste pagine, questi appuntamenti annuali.

Quest’anno la ricetta giunge dopo una settimana, ma prima d’oggi mi è davvero mancata la possibilità.

I festeggiamenti di questo compleanno così importante sono iniziati la sera prima, aspettando la mezzanotte, sullo splendido terrazzo di casa dei miei, proprio lì dove ho festeggiato tanti compleanni, e dove quest’anno ho voluto riunire alcune mie care amiche insieme alla parte femminile di casa: mamma, zia, suocera, cognata, sorelle…

Una serata estiva molto piacevole, buon cibo – ovviamente, cucina di casa! -, accompagnato da altrettanto buon vino; il tutto contornato dall’affetto, dai tanti sorrisi. Cordialità e semplicità. Come da mio desiderio.

A mezzanotte, il brindisi ed una bella torta. Un classico, il diplomatico: pasta sfogliata – rigorosamente fatta in casa – pan di Spagna e crema pasticciera. Che bontà, è una delle mie preferite, preparata dalla mia cara amica, Susanna Badii - di cui la ricetta - con il contributo di mamma che ha fatto la sua rinomata crema. Susanna, zitta zitta, di nascosto, con la complicità di un’altra mia amica, Tiziana, ha decorato la torta proprio come piace a me, con fiori freschi.

Il giorno dopo, il rientro a Milano, quindi a cena fuori, con marito e figli, nel nuovo ristorante di Paolo Lopriore, ed infine un bel viaggio ad Amsterdam, sempre in famiglia, tra passeggiate in bicicletta, visite ai musei, e cene romantiche...

Un bellissimo compleanno.

Happy cooking!

Ps. Avrei voluto mettere una foto migliore e invece alla fine tocca accontentarmi di un’immagine ripresa da mia sorella con il suo smart phone….

(Com’è quel detto? In casa del calzolaio scarpe rotte? Ecco, in questo caso cade a pennello, mio figlio che ormai è cresciuto anche professionalmente si è “dimenticato” di fotografare la torta di compleanno!).

 

 

Ingredienti

400 gr di pasta sfoglia

2 cucchiai di gelatina di albicocche

1.5 L di crema pasticcera

250 gr di pan di spagna tagliato a fettine alte circa 2 cm

50 gr di liquore leggero

Zucchero a velo

Procedimeto

Stendere la pasta sfoglia in due quadrati, bucarla fittamente e cuocerla in forno a 220° finché non  risulterà ben dorata. Estrarre dal forno e far raffreddare.

Ricavare due dischi di 26 cm di diametro dai quadrati di pasta sfoglia. Tenere da parte gli avanzi.

Porre su un disco di cartone un disco di pasta sfoglia e pennellarlo con la metà della gelatina precedentemente scaldata. Ricoprire con metà della crema, livellare la superficie e sovrapporre le fettine di pan di spagna, adattandole alla base. Bagnare il pan di spagna con il liquore, quindi formare un secondo strato con la crema rimasta.

Terminare sovrapponendo il secondo disco di pasta sfoglia precedentemente pennellato con il resto della gelatina. Premere leggermente il dolce per far ben compattare gli strati. Sbriciolare finemente gli avanzi di pasta sfoglia e farli aderire al bordo del dolce. Completare spolverando il diplomatico di zucchero a velo.

PASTA SFOGLIATA

500 g di burro

500 g di farina

10 g di sale

150-200 g d’acqua fredda

Impastare il burro con 100 gr di farina; con il composto ottenuto formare un panetto rettangolare, avvolgerlo in pellicola trasparente e farlo attendere in frigorifero.

Impastare la restante farina con il sale e l’acqua fino ad ottenere un impasto omogeneo e piuttosto morbido; dare forma quadrangolare al panetto ottenuto, avvolgerlo in pellicola trasparente e farlo raffreddare in frigorifero. 

Tenere al freddo finché i due composti saranno ben freddi e di simile consistenza.

Stendere il panetto di farina, acqua e sale all’altezza di circa mezzo centimetro ed avvolgervi il panetto di burro e farina. Con un matterello stendere leggermente il “pacchetto” ottenuto dandogli forma rettangolare. Avvolgere in pellicola e far attendere in frigorifero per circa 20’, o finché il composto risulterà ben freddo.

Appoggiare la pasta sulla spianatoia e stenderla in un lungo rettangolo dell’altezza di circa un centimetro, facendo scorrere il matterello in un’unica direzione. Ripiegare la pasta su se stessa in modo da ottenere un panetto a tre strati. Si sarà così ottenuto il primo “giro”. Far di nuovo raffreddare la pasta in frigorifero. Procedere poi al secondo giro stendendo nuovamente la pasta e mantenendo il più possibile una forma rettangolare, piegare di nuovo in tre e far raffreddare in frigorifero. Ripetere l’operazione fino ad ottenere un totale di quattro giri facendo ogni volta raffreddare il panetto in frigorifero. Stendere definitivamente la pasta, ormai pronta per l’uso.

Volendo una pasta più sfogliata si eseguiranno sei giri.

PAN DI SPAGNA

Dosi per una tortiera da 24 cm di diametro 

6 tuorli

150 g di zucchero a velo

1 limone-la scorza grattugiata

6 albumi

150 g di farina “00” setacciata due volte

1 pizzico di sale

burro e farina q.b. per ungere e infarinare la teglia

Montare molto bene i tuorli con lo zucchero, unire la scorza di limone. Montare gli albumi a neve fermissima, unirvi il sale e inglobarli al composto un po’ alla volta, alternando con la farina fatta scendere da un setaccino. Amalgamare gli ingredienti mescolando dal basso verso l’alto e facendo attenzione a non smontare il composto. Imburrare e infarinare una teglia da 24 cm di diametro, versarvi l’impasto e livellare la superficie.

Cuocere in forno già caldo a 180° per circa 50’. Sfornare e ,dopo qualche minuto, far raffreddare sopra una brillantiera.

CREMA PASTICCIERA

1 litro di latte

2 scorzette di limone

10 tuorli

100 g di zucchero

100 g di farina

Scaldare il latte con le scorzette di limone. Intanto in una casseruola a fondo spesso mescolare i tuorli con lo zucchero, unire la farina e farla ben amalgamare. Versare il latte caldo a filo sul composto di uova mescolando fino a completo amalgama. Porre sul fuoco e portare ad ebollizione mescolando. Far sobbollire la crema per almeno 4’, quindi raffreddarla velocemente immergendo la casseruola in acqua fredda.