Fegato alla Palladiana

Questa è una ricetta che riporta indietro nel tempo.

L'accoppiata fegato-cipolle risale all’epoca romana, ben nota nella zona di Venezia, di qui il famoso fegato alla veneziana.

Sfogliando un ricettario d'epoca rinascimentale sono stata incuriosita da questa ricetta. L'ho trovata molto attuale, nell'aggiunta di spezie come lo zenzero che dona una nota piccante molto piacevole e poi... la mela. Ci avreste mai pensato? E' rinfrescante, smorza l’amarognolo del fegato. Rende il tutto molto piacevole.

Lo so, pochi mangiano il fegato. Io e Luca siamo tra i pochi. E ci piace alla veneziana, oppure scottato in padella, condito con sale integrale e buon olio. Questa è una buona alternativa, un po' più elaborata, ma stuzzicante!

Happy cooking!

Ingredienti

600 g di fegato di vitello

Latte

300 g di cipolle

1 mela renetta

1 pizzico di zenzero

Farina

Vino Bianco

1 rametto di rosmarino

Cannella in polvere (facoltativo)

Olio extra vergine d’oliva

Sale

Pepe

Procedimento

Tagliare a strisce il fegato bel pulito e privato dai nervetti e pellicine, metterlo a bagno nel latte freddo per 1 ora.

Affettare sottilmente le cipolle e farle cuocere a fiamma bassa in una padella antiaderente con 3 cucchiai di olio. Aggiungere la mela, tagliata a dadolata, un pizzico di zenzero, e fare cuocere per qualche minuto, unendo anche il rosmarino.

Intanto scolare il fegato, asciugarlo tamponandolo con carta assorbente, e spolverizzarlo con della farina. Scuotere per eliminare l’eccesso. Unire le fettine di fegato alle cipolle e mela, alzare la fiamma, sfumare con il vino bianco, salare e portare a cottura.

Completare con della cannella in polvere e servire.