Focaccia di grano solina con fagioli e rosmarino

IMG_5340.JPG

Ve lo avevo già detto in precedenza, e continuo a portare avanti - con una certa fermezza - la "battaglia" per far sì che i miei ragazzi mangino legumi.  Visto che non si rifiutano di assaggiare una pasta e fagioli o una zuppa di ceci, non rimane altero che provare a nasconderli in preparazioni a loro molto più gradite. Ricordate le polpette? Ormai le preparo sempre così! E vi dirò anche che spesso utilizzo farina di ceci nelle torte salate, o nelle paste fresche. Loro non se ne accorgono. 

L'ultimo esperimento l'ho fatto unendo purea di borlotti (cotti) in un impasto base, quello che utilizziamo  per pizza, focaccia, pane. La parte liquida che di solito è acqua oppure latte, l'ho sostituita  per l'appunto con purea di fagioli precedentemente cotti. Ho unito parecchio rosmarino tritato del buon olio. Risultato: nessuno si è accorto dell'inganno! Prova passata, ecco la ricetta.

ps. ho utilizzato dell'ottima farina di solina, un grano tenero antico, tipico della zona appenninica abruzzese (di cui sicuramente sentiremo parlare molto di più, cfr articolo Ansa). Sapore d'altri tempi, poco lievito, lievitazione lenta, eh sì, fanno una bella differenza. A Milano non la trovo facilmente per questo sono stata ben felice di poterla acquistare on line. All'ultima edizione della fiera Tutto food, l'avevo trovata allo stand Rustichella d'Abruzzo e così l'ho ordinata da loro. Non è ancora inserita nel catalogo on line, ma potete scrivere, e se acquistate le farine, beh... io vi consiglio di unirci anche qualche formato di pasta, c'è da sbizzarrirsi nella scelta tra le centinaia di proposte dell'azienda,

Happy cooking!

Ingredienti

500 g di farina di solina (o altra farina di grano tenero, possibilmente semiintegrale)

300 g di purea di fagioli cotti (borlotto) 

2 cucchiai di rosmarino tritato finemente 

5 g di lievito di birra fresco

olio extra vergine d'oliva

sale fino

sale grosso

Procedimento 

Sciogliere in lievito in 50 ml di acqua. Disporre la farina sul piano di lavoro (o, se si preferisce, in una ciotola), fare una fontana e al centro mettere la purea di fagioli con il lievito e cominciare a lavorare prendendo la farina. La consistenza della purea determinerà la quantità di farina per cui è bene tenerne un pò di più a portata di mano. Unire anche 2 cucchiai di olio, il rosmarino trito, sale ( circa 10 g), lavorare per amalgamare gli ingredienti quindi impastare energicamente fino a che risulterà morbido e quasi appiccicoso.

Trasferire l’impasto in una ciotola ben unta. Coprire con pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio del volume, circa 3 ore, oppure far lievitare in frigorifero tutta la notte.

Trascorso il tempo trasferire l’impasto in una teglia da forno (40x30cm circa), ben unta.

Premere con le dita per incidere l’impasto e formare degli avvallamenti.

Lasciare lievitare altri 30 minuiti.

Scaldare il forno a 200°C.

In una ciotola battere molto bene 3 cucchiai di olio con 3 cucchiai di acqua, e spargere sulla superficie. Cospargere di sale grosso, infornare e cuocere per 30 minuti circa.