Fusilli di farro con pomodori arrostiti e ricotta alle erbe

Fusilli di farro con sugo pomodori arrostiti.jpg

 

D’estate i pomodori sono sulla tavola di casa mia tutti i giorni, conditi in modo diverso, maturi o meno maturi, per accontentare un po’ tutti i gusti.

Ci piacciono molto quelli arrostiti, perché si sa, il loro sapore viene enfatizzato soprattutto nella parte dove si forma la crosticina…

E da buoni abruzzesi spesso li uniamo ai peperoni arrostiti e ne facciamo un signor contorno, una combinazione davvero unica, che io nel tempo ho adottato come condimento per la pasta, oppure i cereali (il farro sta benissimo) oppure il cous cous. E se uno dei figli non regge neppure l’odore dei peperoni… cosa si fa?

Si prepara salsa per la pasta soltanto con i pomodori arrostiti! E casomai si unisce della ricotta condita con erbe e un pizzico di sale, messa anch’essa in forno per essere asciugata, perdere la parte acquosa ed esaltare il suo buon sapore.

Così ho fatto, condendo dei fusilli di farro.

La scelta del pomodoro determinerà la bontà del piatto. Bene i San Marzano, o i romanelli, per intenderci, quelli dalla forma allungata con polpa sugosa. Di certo non sono adatti i costoluti, i cuore di bue, che invece sono da scegliere per le insalate. 

Happy cooking!

Ingredienti

1.5 Kg di pomodori

Timo

3-4 spicchi d’aglio

250 g di ricotta vaccina

350 g di pasta di farro

Olio extra vergine d’oliva

Sale

Pepe

 

Procedimento

 

Scaldare il forno a 190°C.

Lavare e tagliare i pomodori a metà.

Disporli sulla leccarda del forno foderata con carta forno.

Condirli con qualche spicchio di aglio, dei rametti di timo, olio e sale.

Se sono poco maturi si potrà spolverarli con dello zucchero.

Cuocerli in forno caldo per 40 minuti circa, fino a quando la pelle comincerà a staccarsi.

Intanto lavorare la ricotta passata al setaccio, condendola con un cucchiaio di olio, sale, pepe- trasferirla in una teglia da forno leggermente unta, informare e cuocere alla stessa temperatura dei pomodori per 15 minuti circa.

 

Togliere la buccia dei pomodori (ci si può aiutare con un cucchiaio) e metterli in una ciotola.

Mentre si cuoce la pasta in acqua bollente salata, in una padella sufficientemente larga scaldare 4 cucchiai di olio con 2 spicchi d’aglio, unire i pomodori e farli cuocere a fiamma viva, schiacciandoli un po’.

Unire la pasta scolata al dente e dare un ultimo minuto di cottura, completare con delle foglioline di timo e la ricotta, schiacciata con una forchetta (oppure con un passa-patate) e del pepe macinato al momento.