Gnocchi con spinaci e ricotta

Sono arrivata da poche ore ad Hong Kong per il Summit della cucina italiana. Prima di partire ho preparato questo piatto, pronto da mettere in forno.

Sono degli gnocchi di ricotta e spinaci, detti anche “gnudi” in Tosana, perché non son altro che il ripieno dei ravioli con l’aggiunta di un pò farina, di qui l’essere “nudi”, senza la protezione della pasta. Dopo averli lessati li condisco con una salsa semplice di pomodoro (oppure una salsa besciamella e formaggi) e poi li faccio gratinare in forno. Sono buonissimi anche conditi con burro fuso e salvia, senza il passaggio in forno.

La cosa importante è strizzare molto bene gli spinaci dopo la cottura, altrimenti assorbono troppa farina e renderebbero questi gnocchi davvero indigesti!

Io che sono sempre di gran fretta, non formo gli gnocchi come di consueto sulla spianatoia, ma metto l’impasto in un sac a poche e con l’aiuto di un coltello li formo mentre li metto in acqua in ebollizione, basta un po’ di allenamento…

Happy cooking!

Ingredienti

1 Kg di spinaci freschi (o 300 g se surgelati)

500 gr di ricotta vaccina

2 uova

50 g di Parmigiano grattugiato

80 g circa di farina

Noce moscata

Sale

500 g di sugo di pomodoro al basilico

Preparazione

Lavare gli spinaci e lessarli in una casseruola con poca acqua salata. Scolarli e farli raffreddare. Strizzarli bene e tritarli.

In una terrina impastare la ricotta ben asciutta con la farina, il parmigiano, un pizzico di noce moscata, gli spinaci tritati. Mescolare bene, salare.

Formare gli gnocchi prendendo il composto a cucchiaiate e rotolarli sulla mano leggermente infarinata.

Lessarli in abbondante acqua salata fino a che non tornano a galla.

Condirli con il sugo di pomodoro, disporli nella teglia da forno e completare con abbondante Parmigiano grattugiato.

Gratinare in forno caldo a 200°C per 10 minuti.