I fiadoncini

Fiadoncini

 

Pasqua è vicina. Nel l'incertezza se preparare i fiadoni (o fiadoncini) di Nonna Tilde o quelli di zia Felicetta (che chiama semplicemente rustici per distinguerli dal fiadone con cui intende quello dolce), ho preparato quelli dalla sfoglia sottile. Racchiudono un ripieno abbandonante e morbido, che fuoriesce dalle incisioni a forma di croce poste sulla superficie. 

Quelli di zia sono simili, ma hanno una forma allungata e non hanno l'apertura sulla superficie. Quelli di nonna Tilde (li avete visti?) hanno una forma totalmente differente, ma tutti, dico, tutti, hanno gli stessi ingredienti: una pasta a base di farina olio vino, (comuni denominatori), le varianti vanno dall'uso delle uova o dell'acqua. Il ripieno, invece è a base di formaggio pecorino (sempre più di frequente ultimamente unito a della ricotta) che cambia a seconda delle zone, e delle produzioni. Le tante uova (quantitativo può variare a seconda della qualità del formaggio), aiutano a rendere il composto morbido. In cottura il ripieno tende ad andare in alto e così fuoriesce un po’, diventando ancora più appetitosi.

Attendo l’arrivo del dolce pasquale della tradizione di casa nostra, zia Felicetta lo sta preparando, quando sarà pronto tornerò a parlarvi del fiadone, facendovi scoprire il suo lato più dolce…

 

Happy cooking!

Per la pasta:

500 g di farina 0

2 uova

100 ml di olio extra vergine d’oliva

100 ml di vino bianco

Sale

 

Per il ripieno:

250 g di formaggio pecorino (non troppo stagionato)

100 g di ricotta di pecora

5 -6 uova

Sale

 

1 tuorlo d'uovo

Latte

 

Preparare il ripieno

Riunire in una ciotola il formaggio grattugiato insieme alla ricotta. Battere le uova, versarle sui formaggi e mescolare. Fare riposare in frigorifero.

 

Preparare l’impasto:

Disporre la farina a fontana, al centro mettere le uova, il vino, l’olio, ed un pizzico di sale. Battere con una forchetta e aggiungere, poco per volta, la farina, impastare bene fino ad ottenere omogeneo, morbido, ben lavorato (la quantità di farina potrebbe variare in base alla sua qualità ed alla capacità di assorbire liquidi). Coprire e fare riposare per almeno un’ora.

 

Scaldare il forno a 180°C.

 

Dividere l'impasto in più pezzi. Stenderli sottilmente, disporre il ripieno a mucchietti, ad intervalli regolari e ricoprite il tutto con un altro strato sottile di sfoglia.

Ritagliare i fiadoni a mezzaluna o a quadrati, utilizzando l'apposita rotella. Incidere facendo dei tagli a croce e spennellare la superficie con il tuorlo battuto con un cucchiaio di latte.

Cuocerli in forno caldo per 20 minuti circa.