I petrali

Petrali

Avete mai fatto caso? I dolci natalizi, soprattutto nel centro-sud Italia, sono a base di frutta secca. Era un'abitudine dei greci e poi dei romani. condire con miele (o mosto cotto) della frutta secca per elaborare dei dolci prelibati (un esempio è il pangiallo) o farne dei ripieni per dolcetti racchiusi tra sfoglie leggerissime (a volte si usano le ostie) o delle paste più ricche, frolle, come in questo caso.

Siamo in Calabria, in particolare a Reggio Calabria, dove non c’è Natale senza questa prelibatezza. Dei cuscinetti dal ripieno ricco di fichi secchi, uvetta, mandorle, noci, profumato con scorzetta di limone e tanto cedro candito. La forma varia a seconda delle usanze delle casa, io li ho fatti seguendo la ricetta della amica Anna Naso, insegnante di cucina, calabrese doc, che vive a Bergamo, ma di certo le sue radici culinarie sono saldamente ancorate nella terra natia. 

Un dolcetto che delizia il palato con i suoi tanti aromi agrumati, un po' lunga la preparazione del ripieno, ma può essere fatta tranquillamente in anticipo. Non contenendo uova si conserva bene per diversi giorni.

Happy cooking!

Ingredienti

Per la pasta frolla:

900 grammi di farina 00

100 grammi di farina di mais sottile (fioretto)

250 grammi di burro

50 grammi di strutto

10 g di lievito in polvere

5 uova

300 grammi di zucchero

una puntina di semi di vaniglia

la scorza grattugiata di due limoni 

un pizzico di sale

Per il ripieno:

600 grammi di fichi secchi tritati

300 grammi di uva sultanina

250 grammi di zucchero

la scorza grattugiata di due mandarini e un limone

Due tazzine di caffè

300 grammi di noci tritate

400 grammi di mandorle tostate e tritate

50 grammi di cedro candito e tritato

50 grammi di cioccolato fondente tritato

Vin cotto q.b.

Chiodi di garofano  

Cannella in polvere

Procedimento

Impastare tutti gli ingredienti per la pasta frolla e lasciarla riposare in frigo.

In una pentola cuocere per 8 minuti i fichi e l’uvetta, con le scorze grattugiate dei mandarini e del limone, lo zucchero ed il caffè.

Spegnere il fuoco e unite le noci, le mandorle, il cioccolato grattugiato, il cedro candito; profumare con cannella e garofano. Aggiungere il vin cotto, quanto basta per formare un impasto morbido.

Fare riposare l’impasto per almeno un’ora.

Scaldare il forno a 200°C.

Tirare la pasta con il mattarello, ricavarne delle sfoglie rettangolari di 15 cm, disporre al centro il ripieno,  fare combaciare i lembi sovrapponendoli leggermente. Tagliare ogni 7 cm. Disporre su teglia foderata con carta forno e  cuocere in forno caldo per 20-25 minuti.