La pasta (del giorno prima) rimessa in forno

Se il giorno prima cucini della pasta in più (io lo faccio apposta) e la togli dagli occhi di marito e figli, il giorno dopo, il pranzo per i ragazzi è pronto in pochi minuti! Eh, sì, gli spaghetti al pomodoro, che sono il piatto che mio marito chiede sempre al ritorno dai suoi viaggi all’estero, li avevo preparati ieri e quelli messi da parte li avevo trasferiti in pirofila. L'ho ben sigillata con pellicola, tenuta in frigo, e oggi sulla pasta ho diporto delle fette di mozzarella, qualche foglia di basilico, una spolverata di parmigiano e pangrattato per far fare la crosticina croccante, pochi minuti in forno e via.

(E la mia cucina oggi è rimasta pulitissima, evviva!!!)

Happy cooking!

Ingredienti

300 g di spaghetti

2 Kg di pomodori freschi maturi e carnosi

oppure 1 L di passata di pomodoro

½  carota

½  cipolla

½ gambo di sedano

Qualche foglia di basilico

Olio extra vergine d'oliva

Sale

200 g di mozzarella

30 g di Parmigiano reggiano grattugiato

2 cucchiai di pangrattato

Procedimento

Sbucciare, eliminare i semi e tagliare a pezzetti i pomodori. Metterli in una casseruola, farli cuocere per circa 45 minuti con la carota, sedano, cipolla tagliati a pezzettoni. (Se si usa la passata di pomodoro farla cuocere con sedano, carota cipolla per 30 minuti).Togliere dal fuoco, passare al passaverdure o al frullatore, aggiungere 4-5 cucchiai di olio extra vergine d'oliva e qualche foglia di basilico. Salare a sufficienza.

Scaldare il forno a 200°C.

Cuocere la pasta al dente in abbondante acqua salata, condirla con la salsa di pomodoro.

Trasferirla in una pirofila da forno.

Completare con la mozzarella tagliata a dfette, e il parmigiano sparso sulla superficie insieme a 30 g di ma grattato. Coprire con un foglio di alluminio e cuocere in forno per 10 minuti. Togliere il foglio e fare gratinare per altri 5 minuti.