Mezzi rigatoni risottati con sugo di pescatrice

Ed ecco la pasta che ho fatto con gli “scarti” del piatto che avevo postato dieci giorni fa (filetti di pescatrice avvolti nel prosciutto).

Dopo aver pulito il pesce e ricavati i filetti, ho messo in frezzer gli “scarti” (se non lo fate voi, chiedete al pescivendolo di darvi gli scarti).  Decongelati, li ho usati per farne un buon fondo di cottura e con questo cuocervi la pasta “risottata”. Detta così per il metodo di cottura che è come quello usato per fare il risotto, la pasta viene cotta con il brodo, così assorbe tutto il buon sapore che il pesce ha rilasciato al liquido.

Happy Cooking!

Ingredienti

Per 4 persone

350 g di pasta, mezzi rigatoni

La testa di 2 pescatrici (da 1 Kg ciascuno) a cui sono stati tolti i filetti

½ cipolla

½ carota

Un pezzo di sedano

1 bicchiere di vino bianco

1 aglio

300 ml di passata di pomodoro

Olio extra vergine d'oliva

Qualche foglia di basilico

Sale

(Pepe verde)

Procedimento

Per il fondo di pesce:

Scaldare 2 cucchiai di olio con cipolla, carota sedano tagliati a pezzi. Unire le teste di pescatrice e la lisca centrale, tagliate in grossi pezzi. Fare cuocere per qualche minuto, mescolando. Sfumare con il vino. Quando sarà evaporato unire 1 Litro di acqua calda e cuocere per 20 minuti. Spegnere il fuoco e filtrare il brodo, salare moderatamente. Recuperare i pezzi di pesce (le guance sono ottime!).

Intanto in una padella sufficientemente larga scaldare 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva con l’aglio (schiacciato) ed aggiungere la passata di pomodoro. Mescolare, quando riprende il bollore unire la pasta e mescolare. Versare il brodo di pesce, bollente, un mestolo alla volta. Portare a cottura la pasta, controllando la sapidità. A fine cottura unire i pezzi di pesce recuperati e una buona manciata di basilico fresco. Completare eventualmente con del pepe macinato fresco.