Pesto di carote

Credo che tutti, se possiamo, compriamo le carote con il ciuffo. Vero? E cosa ne facciamo della parte verde? Pattumiera? L'ho fatto più volte anche io, nonostante ogni volta mi dolesse il cuore e mi ripromettessi di farne un buon uso. Sì, quei bei ciuffi verdi li mettevo nel minestrone, o nel brodo vegetale. Poi ho iniziato a servirmene per arricchire l'insalata mista. Ma è solo da un poco tempo che ho provato a frullarli, come per un pesto di basilico. Esatto, pesto, ma di carote.

Come tutti i pesti, anche questo non ha solo il semplice, non banale, impiego di condimento per la pasta. Anzi, io lo utilizzo poco per gli spaghetti, mi piace di più per accompagnare i piatti freddi dell'estate: un arrosto di carne o di pesce, un petto di pollo o di tacchino grigliato, e... perché no? condimento per le verdure. Se preparate delle zucchine al vapore e siete stufi dell'olio-sale-limone, ecco la soluzione. E se avete l'abitudine di prepararvi un panino (gourmet) per il lunch, sicuramente questa salsa vi piacerà molto! Provate ad esempio ad unirla ad una fetta di prosciutto e qualche fetta di mela verde tagliata sottile o di pesca noce, oppure ad una buona mozzarella, qualche foglia di lattuga o delle verdure grigliate,  meglio se con pane ai cereali o di segale... vi assicuro la vostra giornata lavorativa prenderà un'altra piega.

Happy cooking!

Ingredienti 

1 mazzo di carote con il ciuffo (circa 400 g) preferibilmente biologiche

50 g di mandorle 

30 g di frutti rossi secchi

il succo di 1 limone

50 m di olio extra vergine d'oliva

sale 

Procedimento

Pulire bene le carote, spazzolandole, e tenendole a bagno per eliminare ogni residuo terroso. Eliminare la parte superiore. Lavare bene il ciuffo, eliminare la parte della base, più dura, scolare, tenere da parte.

Mettere le carote insieme al ciuffo in un frullatore, unire mandorle, frutti rossi, limone, olio, sale e frullare fino ad ottenere una salsa densa che potrà essere diluita con dell'acqua per ottenere la consistenza desiderata.

Questa salsa può essere conservata in frigorifero per una settimana, disposta in un contenitore ben chiuso.