Pezzogna all'acqua pazza con patate

Un passaggio al mercato e i miei occhi come sempre sono attratti dal favoloso banco del pesce.  Oggi ho preso delle pezzogne, pesci così chiamati in Campania, diversamente conosciuti come pagelli. Carne soda, compatta, squisita. Quelli grandi vanno benissimo al forno (straordinari con la meringa di sale), quelli di dimensione minore preferisco cucinarli all’acqua pazza, preparazione tipica di Napoli e dintorni.

Un acqua insaporita con odori e qualche filetto di pomodoro (o dei pomodorini), in cui ho aggiunto anche delle patate per farne un piatto completo in cui vano a braccetto rapidità-gusto-facilità 

Ingredienti

per 4 persone

4 pezzogne (pagelli)

500 g di patate 500 g di pomodorini (datterino)

3 spicchi d’aglio

3 gambi di prezzemolo

Basilico fresco

Olio extra vergine d’oliva

Sale

Procedimento

Pulire il pesce, eviscerarlo, togliere le branchie, squamarlo.

In una padella capiente portare a bollore 400 ml di acqua con gli spicchi d’aglio, la cipolla e dei gambi di prezzemolo. Salare con pochissimo sale

Unire le pezzogne e le patate tagliate a tocchetti.

Coprire la padella, fare cuocere per 8-10 minuti a fiamma bassa (dipende dalla dimensione del pesce).