Pizza rustica di ricotta 2

Un tempo  (neanche poi molto lontano) le pizze (o torte) rustiche erano così. L’avvento dello zucchero che all’inizio era preziosissimo e quindi molto caro portò ad un’ostentazione del suo uso da parte di chi poteva permetterselo. E le croste dei timballi, piatti non di certo "poveri" (quello descritto nel libro Il Gattopardo ne è un esempio) spesso erano fatti con una pasta frolla dolce o meglio semidolce, detta anche mezza frolla.

Quel gusto dolce-salato si ritrova in molte ricette d'un tempo, in particolare nelle pizze rustiche partenopee o quelle siciliane. E noi abruzzesi, gastronomicamente, abbiamo attinto molto dalla vicina Napoli. Una delle tante prove mi è venuta quando una mia amica mi ha passato la ricetta della pizza rustica che preparava sua nonna, proprio con una crosta semidolce, ed eccola qui, con quel pizzico di zucchero che la rende particolare.

Una nota: di solito le pizze rustiche hanno il salame nel ripieno, io invece lo preferisco tenere fuori, servirlo appena affettato, ma... che sia uno davvero degno di accompagnare questa Signora d'un tempo...

Happy cooking!

Ingredienti

Per la pasta mezza frolla

250 g farina 00 setacciata

110 g di burro

2 tuorli

30 g di zucchero

Acqua ghiacciata

Sale

Per il ripieno

500 g di ricotta di pecora

4 uova

50 g di pecorino grattugiato

Maggiorana

Sale

Pepe

Salame affettato

Procedimento

Intridere la farina con il burro, formando così delle piccoli granelli di sabbia (si può usare il robot da cucina), unire un bel pizzico di sale, quindi i tuorli e acqua ghiacciata sufficiente per formare un impasto morbido, ma senza lavorarlo troppo.

Formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola e farlo riposare in frigorifero. 

Per il ripieno: passare la ricotta al setaccio, amalgamarla con le uova, il formaggio pecorino, qualche foglia  di maggiorana, salare e pepare.

Scaldare il forno a 180°C.

Stendere sottilmente la pasta, foderarvi uno stampo per crostate opportunamente imburrato. Ritagliare la pasta in eccesso.

Versare all’interno il composto di ricotta. Livellare.

Con i ritagli di pasta formare delle striscioline e disporle incrociate sulla crostata.

Cuocere in forno per 35-40 minuti. Fare freddare, tagliare in piccoli qudrati e servire con delle fette di salame, se gradito, anche piccante.