Polpette di carne e ceci

"Mamma, queste polpette sono buonissime". "Davvero Lele?".  "Sì sì sono proprio buone. Eh,  come le fa la mamma... (ma non lo diciamo a nonna!) ".  "In effetti è una nuova ricetta ed un segreto c'è..." "Dai mamma dicci il segreto!" interviene Niccolò. "No, non li posso svelare il mio segreto" "E dai, mamma, tu dici sempre che tra noi non devono esserci segreti".

È la conversazione con scambio di battute tra me ed i miei ragazzi, un giorno a pranzo. È il momento nostro, quello del pranzo negli ultimi anni, quello della merenda quando più piccoli, da sempre, un punto fermo, io faccio di tutti per essere a casa per il "nostro" momento, al loro ritorno da scuola/università. E anche se oggi Lele ha poco tempo tra le lezioni del mattino e quelle del pomeriggio, anche lui fa di tutto per tornare a casa, nonostante debba attraversare  la città e poi riuscire dopo appena mezz'ora. Ci si confronta sulla mezza giornata trascorsa, si scherza un po', e quel giorno sulle polpette siamo andati avanti per un bel po'. Indovina... acqua... fuocherello... Alla fine ho ceduto, l'ingrediente segreto è stato rivelato: i ceci! 

"Si, ragazzi, non volete mangiare legumi? Allora ci penso io. E visto che vi sono piaciute, pian piano, dalle polpette di carne e ceci, arriveremo a quelle di ceci". Se avessi detto loro che non potevano partecipare ad un dj set tanto atteso, non avrebbero fatto quelle facce...  

Mi invento di tutto per far si che loro mangino legumi: fagioli bianchi frullati uniti al sugo di pomodoro, farina di legumi inserita  in alcuni impasti. Lo so, costa fatica, cosi come costa fatica portarli a fare sport, o a seguire altre attività ricreative. Ma il mangiar sano è troppo importante per essere trascurato.  Costa fatica anche a me che ho la passione per la cucina, figuriamoci per chi lo fa per solo dovere! E allora, ci si organizza: una volta alla settimana si preparano basi di cucina come soffritto (express) brodi e sughi, qualche piatto in piu da conservare in frigo o freezer! In caso io cucini delle polpette, ad esempio, ne preparo sempre in abbondanza (con questa dose ne escono una cinquantina), le cucino tutte ma poi ne metto via almeno la metà. Ed un pasto in più è fatto. Be smart!

Happy cooking!

Ingredienti 

500 g di carne trita scelta

50 g di mollica di pane integrale bagnata in poco latte e strizzata  

250 g di ceci cotti, scolati, frullati con poco liquido di cottura

100 g di ricotta

40 g di grana padano grattugiato 

3 uova

sale

pepe

timo

salvia

rosmarino

olio extra vergine d'oliva

vino bianco secco

Procedimento 

In una ciotola radunare gli ingredienti indicati insieme ad un cucchiaio abbondante di erbe aromatiche tritate finemente. Amalgamare, salare, pepare. Coprire con pellicola e lasciare riposare per un'ora in frigorifero. 

Formare le polpette, ungendo leggermente le mani e disporle su una teglia foderata con carta forno. 

In una padella sufficientemente capiente versare 250 ml di acqua, 120 ml di olio, 90 ml di vino insieme ad un rametto di rosmarino, qualche foglia di salvia e qualche rametto di timo. portare ad ebollizione, quindi unire le polpette, che non devono essere sovrapposte (se la padella non è capiente, è preferibile cuocerle in due tempi). Coprire con il coperchio e fare cuocere fino a quando il liquido si sarà ritirato.

Eliminare le erbe odorose, mettere da parte le polpette in un piatto da portata, frullare la salsa, disporla sulle polpette. 

Ps. Se avanzano, si possono unire a della salsa di pomodoro e potrà essere un buon condimento per la pasta.