Risotto con radicchio tardivo, mele e nocciole

Radicchio tardivo: un capolavoro della natura! Si tratta di prodotto Igp della provincia di Treviso, che ha bisogno di grande cura e di una lavorazione molto particolare, per cui è fondamentale la sapiente opera delle mani esperte. Siamo ancora in stagione per apprezzare questo vegetale dal sapore un po’ amarognolo, ma dal gusto inconfondibile, da assaporare crudo nelle insalate o cotto, grigliato e marinato, in padella, o stufato, insaporito con altri ingredienti, casomai addolcito con del miele di castagno.

L’ho utilizzato per preparare questo risotto dai colori invernali, un piatto completo, insaporito con pochissimo Gorgonzola, ma starà bene anche il Taleggio. E per completare, delle nocciole (che possono essere sostituite da noci) che regalano una piacevole nota croccante.

Happy cooking!

Ingredienti

280 g di riso carnaroli

1 scalogno

1 cespo di radicchio tardivo, lavato e mondato

½  Mela verde

50 g di Gorgonzola dolce

50 g di Parmigiano reggiano, grattugiato

50 g di burro

50 g di nocciole tostate e spezzettate

Olio extra vergine d’oliva

2 L brodo di pollo leggero o vegetale

Vino rosato

Sale

Procedimento

In una pentolino fare stufare lo scalogno con poco olio e qualche cucchiaio di acqua.

Intanto scaldare il brodo. Trasferire lo scalogno in una casseruola, unirvi il riso e farlo tostare per un minuto o due, fino a quando i chicchi risulteranno bel caldi e lucidi. Sfumare con un bicchiere di vino rosato, una volta evaporato unire il radicchio tagliato sottilmente. Mescolare ed unire il brodo, un mestolo alla volta, fino a ¾ di cottura. Unire la mela tagliata in piccola dadolata. Proseguire la cottura per due minuti, unire l’ultimo mestolo di brodo, togliere dal fuoco e mantecare unendo il burro, il gorgonzola ed il Parmigiano. Mescolare vigorosamente, quindi fare riposare il risotto, coperto, per qualche minuto prima di servire cosparso di nocciole.