Sformato di semolino con polpettine

Un piatto unico un po’ vintage. Negli anni ‘70 andava di gran moda tra le amiche di mia madre preparare lo sformato di semolino, accompagnato da polpettine o farcito con ragù.

Ne avevo proprio nostalgia, ed avendo gli ultimi funghi porcini secchi in dispensa e li ho uniti alle polpette (formato mignon, più stiuzzicanti) per avere una buona salsa che accompagna meravigliosamente lo sformato, fatto in monoporzione, e non nel classico stampo a ciambella che rimane sempre la bella alternativa.

Ogni tanto è piacevole rientrare nell’atmosfera di qualche anno fa, no?

Happy cooking!

Ingredienti

500 ml di latte

120 g di semolino

40 g di burro

2 uova

40 g di Parmigiano grattato

150 g di carne di vitello macinata

150 g di carne di maiale macinata

40 g di Parmigiano grattugiato

2 uva

30 g di pane

Latte

20 g di funghi porcini secchi

Timo fresco

Olio extra vergine d’oliva

Sale

Pepe

Procedimento

Scaldare il forno a 180°C.

Mettere i funghi secchi in acqua tiepida.

Scaldare il latte e versarvi il semolino a pioggia. Mescolare con una frusta, salare, cuocere per circa 10 minuti, fino a quando la polentina si staccherò dalle pareti.

Fuori dal fuoco unire 30 g di burro ed il parmigiano.

Imburrare 4-6 stampini, versarvi il composto, cuocere gli sformatini a bagno-maria per circa 20 minuti.

Intanto preparare le polpettine:

mescolare le carni con il parmigiano, le uova ed il pane bagnato e poi strizzato. Salare, formare delle popettine con le mani leggermente unte.

In un tegame scaldare 1 bicchiere colmo di acqua, unire 3 cucchiai di olio, quando bolle versare le polpettine, coprire. Fare cuocere per circa 10 minuti, unire i funghi reidratati. Portare a cottura, aggiungendo eventualmente dell’acqua dei funghi ben filtrata, quando la salsa si sarà addensata, unire una buona manciata di timo fresco, ritirare dal fuoco e servire con gli sformatini di semolino.