Spezzatino di coniglio con uva, patate e noci

Elogio dello spezzzatino: si prepara un solo piatto, unico, ed è tutto lì. Si adopera un solo recipiente di cottura, non si sporcano 3-4 pentole e padelle, se si vogliono accelerare i tempi si utilizza la pentola a pressione. La cucina gioisce, rimane pulita! Si può preparare la mattina per la sera. Difficilmente deludono, non ti abbandonano, ti fanno fare sempre una bella figura. 

Io, semplicemente, li adoro!

Questa è una ricetta è semplice e gustosa. Lo so, non tutti gradiscono il coniglio. Vabbè, lo sostituite con il pollo, oppure con la faraona. Sappiate, però. adattare i tempi di cottura!

Happy cooking!

Ingredienti

1 coniglio, tagliato a piccoli pezzi

500 ml di vino bianco

2 cucchiai di bacche di ginepro

2 rami di rosmarino

6-8 foglie di salvia

500 g di patatine novelle, sbollentate

300 g di uva nera (uva fragola)

100 g di gherigli di noci spezzettati

2 spicchi d’aglio

Olio extra vergine d'oliva

Sale

Pepe

 

Procedimento

Mettete in una terrina i pezzi di coniglio con l'aglio, 1 rametto di rosmarino, 4-5 foglie di salvia, unite ¾ dei grani di ginepro (alcuni schiacciati) ed il vino bianco (riservandone 1 bicchiere). Coprire e fare marinare per una notte in frigorifero.

Trascorso questo tempo, sgocciolare i pezzi di coniglio, tamponarli con carta assorbente, e rosolarli in una casseruola sufficientemente larga con 4 cucchiai di olio extra vergine d'oliva.

Sfumare con il vino bianco lasciato da parte, coprire e far cuocere la carne per circa 30 minuti circa, a fiamma bassa, controllando di tanto in tanto.

Se necessario aggiungere del brodo vegetale caldo.

Salare e pepare la carne, aggiungere un cucchiaio di trito di rosmarino e salvia, le bacche di ginepro restanti e le patate sbollentate. Proseguire la cottura per altri 10 minuti.

Completare con i chicchi d’uva ben lavati. Spegnere il fuoco fare riposare 10 minuti a pentola coperta prima di servire con i gherigli di noci spezzettati.