Torta di mele con cajeta (salsa messicana al caramello salato)

Di torte con le mele ne esistono tante, una più buona dell’altra, ed su questo mio ricettario ne ho pubblicate già diverse. Da quelle super più light fatta solo di mele e poco zucchero, a quella light con mele “antiche” così come quella con le mele “sangue”, per non parlare della buonissima crostata con mele e zenzero o del classico strudel o il fagotto in pasta pillo. Ogni anno, quando torna la stagione delle mele mi diverto a sperimentare nuove torte. 

Stavolta, ad una torta classica della tradizione francese ho unito la cajeta, una salsa particolarissima al caramello salato. La particolarità è nell’ingrediente base, il latte di capra. Lo so, vi sembrerà strano, ma, fidatevi, è straordinaria. Ed è buona anche con patti salati come il  filetto con mele cotogne.

Questa torta è buona lo stesso, anche senza salsa, casomai la accompagnate con un po’ di gelato alla vaniglia o della crema inglese, ma se volete osare (e fareste proprio bene!)… io un’alternativa ve la do.

Happy cooking!

Ingredienti 

1 kg di mele renette (oppure mix di varietà)

120 g di burro, 2 uova

150 g zucchero

90 g di farina 0

20 g di fecola di patate

1 cucchiaino di lievito in polvere

1 pizzico di sale

3 cucchiai di rum scuro

semi di mezza bacca di vaniglia oppure 1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia

 

Procedimento

Scaldare il forno a 180°C

Imburrare bene una tortiera da 20-22 cm. Sciogliere il burro e lasciarlo raffreddare.

Sbucciare le mele, tagliarle a cubetti da 3 cm.

In una piccola ciotola setacciare la farina con la fecola,  il lievito e il sale.

In un’altra ciotola sbattete bene le uova con lo zucchero fino a vederle spumose, unire rum e vaniglia. 

Unire la metà della farina, mescolando delicatamente e la metà del burro fuso.

Mescolare nella miscela la rimanente farina, poi il resto del burro.

Unire i pezzi di mela fino a farli rivestire bene con il composto, trasferire nella tortiera preparata e cuocere la torta per 45-50 minuti fino a quando un coltello inserito nel centro esce pulito. 

Lasciare raffreddare il dolce per 5 minuti, quindi sformare la torta e servire con panna acida, gelato alla vaniglia, o salsa al caramello salato.

 

Per la salsa al caramello salato

1 litro di latte di capra

200 g di zucchero di canna chiaro 

1 stecca di cannella intera

1 bacca di vaniglia

1/2 cucchiaino di sale integrale

2 cucchiaini di bicarbonato di sodio

Mettere il latte con lo zucchero in una pentola sufficientemente grande (con il bicarbonato il volume crescerà) e dal fondo pesante. Mescolare, aggiungere la stecca di cannella, il sale, la bacca di vaniglia divisa a metà e raschiata per estrarre i semi, e portare ad ebollizione a fuoco medio-alto, sempre mescolando. 

Una volta giunto a bollore, e lo zucchero è completamente sciolto, rimuovere dal fuoco e aggiungere bicarbonato di sodio. Attenzione perché si formerà immediatamente una schiuma e si alzerà il volume. Riportare sul fuoco e proseguire la cottura, mescolando spesso, regolando il calore per far sì che cuocia lentamente. 

Dopo circa un'ora e mezza, il latte si sarà addensato ed avrà assunto una bella colorazione ambrata. Togliere la stecca di cannella e il baccello di vaniglia. 

Proseguire la cottura fino a consistenza desiderata (10-12 minuti) Fare raffreddare e versare nel barattolo, conservare in frigorifero (dura circa 1 settimana).