Stollen

Stollen

Se il dolce più rappresentativo del Natale in Italia è il panettone, in Germania la fa da padrone lo stollen ! E poiché una piccola parte della mia famiglia è tedesca (la nonna di mio marito), ogni tanto mi cimento anche io nella preparazione di questo buon dolce ricco di frutta secca e con un golosissimo ripieno di marzapane. 

In principio, un po’ come il nostro pan de Toni, lo stollen era poco più di un pane rozzo, dal gusto dolce, grazie alla frutta secca, senza burro o latte, poiché anticamente la Chiesa cattolica ne proibiva l'utilizzo durante l’Avvento. E siccome per i tedeschi questa era sempre stata sentita come una grossa limitazione, Papa Innocenzo VIII con la “la lettera del burro ”, fece una gentile concessione inviata in risposta alle incessanti richieste di Ernst Von Sachsen, principe di Sassonia. 

La forma dello stollen dicono rappresenti il bambino Gesù in fasce, e questo giustificherebbe l'origine del nome Christstollen, e se Dresda detiene l’IGP, nella Germania meridionale se ne prepara uno molto simile, ma con l’aggiunta del marzapane. La nonna Luisa lo preparava così, io ho seguito la sua ricetta con le raccomandazioni del caso. Tra queste c’è l’attesa, una decina di giorni per poterlo assaporare al meglio, poiché in questo lasso tempo i sapori di questo dolce si fondono e si amalgamano. È ora di mettersi al lavoro!

Happy cooking!

Ingredienti 

350 g di farina “forte”

50 g di zucchero

150 ml di latte intero

15 g di lievito di birra

1 uovo

la buccia grattugiata di 2 limoni

40 g di uvetta rinvenuta in poco rum

80 g di frutti rossi secchi misti

40 g di albicocche secche tagliate a pezzetti

25 g di arancia candita, tagliata a cubetti

25 g di mandorle tostate

100 g di burro, a temperatura ambiente

8 g di sale

180 g di marzapane

 

110 g di zucchero a velo

2 cucchiai di succo di limone

Procedimento 

Sciogliere il lievito in poco latte tiepido e unirlo ad una parte di farina per ottenere un panetto morbido. Incidere il panetto con un taglio a croce e farlo lievitare al riparo dall’aria e in luogo tiepido per 20’ circa.

Intanto mettere il resto della farina nell’impastatrice con l’uovo, lo zucchero, il restante latte ed il sale.

Aggiungere poca acqua tiepida, se necessario. Lavorare finché la pasta non risulterà liscia ed elastica, unire il panetto lievitato e impastare ancora fino ad ottenere un perfetto amalgama. Unire il burro a pezzetti e lavorare ancora finché la pasta non risulterà liscia. Raccogliere il composto in una palla e farlo riposare coperto e in luogo tiepido finché non sarà raddoppiato di volume.

A questo punto si può mettere la pasta in frigorifero e riprenderla l’indomani oppure lavorarla subito. 

Sgonfiare l’impasto, allargarlo e incorporarvi tutta la frutta secca. Stenderlo in un rettangolo di 20x25cm

Intanto, spolverizzare il piano di lavoro con un po' di zucchero a velo e stendere il marzapane in un cilindro di 20 cm. Posarla sulla pasta a ridosso di un bordo, prendere il bordo e ripiegate la pasta sul marzapane. Arrotolarla tutta. 

Trasferire lo stollen in una teglia da forno, coprire e fare lievitare per 50 minuti circa.

Scaldare il forno a 180°C.

Cuocere lo stollen per 40 minuti circa. 

Fare raffreddare. Intanto preparare la glassa: setacciare lo zucchero a velo, unire il succo di limone, e spalmare su tutta la superficie quando è ancora tiepido.