Stufato di cavolo rosso con le mele

Devo ammettere che io il cavolo rosso non l'ho mai degnato granché. L'ho sempre associato ai würstel, di cui non vado pazza, anzi... Anni fa l'avevo provato a casa di una mia amica, tagliato sottilmente, cosparso di semola, e fritto. Che bontà! Ma non essendo cosa per la quotidianità, guardavo il cavolo rosso esposto sui banchi della verdura, ci pensavo su, ma non lo compravo. Poi, quando ho letto che rispetto al cavolo verde, ha un contenuto 10 volte superiore di vitamina A ed il doppio di ferro, e che ha tanta, ma proprio tanta vitamina C... Mi sono detta che non potevo più fare a meno di tutti questi antiossidanti! I giorni volano, gli anni passano in fretta e allora ben vengano i preziosi polifenoli di questo bel cavolo per ridurre il processo di naturale invecchiamento delle cellule!

E allora, come mangiarlo? Crudo? Uhm, ci ho provato, non mi entusiasma. Ho provare anche a sbollentarlo e condirlo con buon olio e succo di limone, mah... Alla fine ho trovato che in abbinamento con le mele come in questo piatto, dal sapore agrodolce, mi piace e parecchio. E allora vi passo la ricetta. 

Happy cooking!

Ingredienti

1 cavolo rosso (circa 8 etti)

300 g di cipolle

500 g di mele (Granny Smith) 

1 spicchio di aglio

un pizzico di noce moscata, uno di cannella, ed uno di chiodi di garofano 

3 cucchiai di zucchero di canna 

3 cucchiai di aceto i vino rosso

2 foglie di alloro

40 g di burro

olio extra vergine d'oliva

sale

Procedimento


Scartare  le foglie esterne più dure del cavolo, tagliarlo in quarti e rimuovere la parte interna più dura.Tagliare finemente il resto del cavolo. Lavare bene.

In una casseruola abbastanza grande, disporre uno strato di cavolo affettato, condito con sale e pepe, quindi uno strato di cipolle e mele entrambe affettate, una spolverata di spezie e zucchero. Continuare con questi strati alternati fino ad esaurimento degli ingredienti. Versare l'aceto di vino, disporre qui e là, a pezzetti, il burro (o, se si preferisce, 3 cucchiai di olio extra vergine d'oliva) e l'alloro.

Coprire bene la casseruola con il coperchio e fare cuocere molto lentamente sul fornello fiamma bassa (oppure in forno, a 180°C) circa 2 ore, mescolando una o due volte durante la cottura. Servire con un filo di olio.

Ottimo piatto da accompagnare a formaggi oppure un arrosto di maiale.