Zuppa fredda di pomodori (e dintorni)

La fine stagione estiva è cadenzata da segni tangibili della natura: il sole che appare ben tardi,  gli alberi che mostrano le prime foglie secche…. ma più d’ogni altro c’è qualcosa che mi fa dire “l’estate è davvero finita” (anche se quest’anno le temperature continuano ad essere alte): i pomodori sd un certo punto "si siedono"! E’ un espressione bellissima che ho sentito al mercato da una contadina. I pomodori nostri (abruzzesi) che hanno sì la forma arricciata, ma sono tondi, ad un certo punto vengono fuori così, come nella foto, un po’ allungati. E’ segno che la pianta non ce la fa più, non ha più forza.

Per me che (culinariamente) l’estate è la ciotolona di pomodori a tavola ogni giorno, il pomodoro “seduto” segna davvero la fine della stagione. E prima di tornare a Milano ho fatto una buona scorta di pomodori (veri).

Ovviamente ho riportato  anche una buona scorta di conserve di pomodoro, ma questi ultimi, preziosissimi, li ho pelati, tolti i semi, passati al passa verdure, e messi in freezer, già divisi in piccoli contenitori perché saranno la mia estate nel piatto ancora per qualche tempo…

A me la zuppa di pomodoro piace così, semplice, come oggi si sente spesso dire “in purezza”, condita con un filo di buon olio, basilico, poco (o niente) sale, pepe,  ma a voi offro anche altre possibilità per variare il gusto.

Ps. Se volete essere "trendy" provatela con fior di sale alla vaniglia...

Happy cooking!

Ingredienti

Per 4-6 persone

1.4 kg di pomodori maturi

Olio extra vergine d'oliva

Basilico

Erba Pepe

Fior di sale

Pepe

Procedimento

Spellare i pomodori, eliminare i semi. Passarli al passaverdure (oppure frullarli brevemente). Tenere in frigorifero. Al momento di servire, trasferire nei piatti, condire con fior di sale, un filo di olio extra vergine d'oliva basilico (o erba pepe) sminuzzato e poco pepe macinato fresco.

Varianti:

  • Servire la zuppa con piccoli crostini di pane conditi con poco olio extra vergine d'oliva e tostati in forno.
  • Lavare una costa di sedano (la parte interna, più tenera) eliminare i filamenti e tagliarla in piccola dadolata, unire alla zuppa prima di servire.
  • Servire la zuppa con dadolata di peperoni rossi e gialli.
  • Servire con degli spiedini di pesce (Pescatrice tagliata in piccoli bocconcini e avvolti con lardo, gamberetti coperti da panatura profumata al basilico…).
  • Cuocere un uovo in camicia (pochè) e servire la zuppa con l’uovo e del pane tostato.
  • Preparare delle quenelle di ricotta di pecora (o vaccina) con erbe aromatiche (origano, basilico, menta, erba cipollina) e servire con la zuppa.